Pronostici Calcio, pronostici sportivi e sport news

Viterbese, Romano:”La città mi ha accolto a braccia aperte, siamo pronti”

Giovanni Arena riceve in comune il presidente della Viterbese Marco Romano

Tra Marco Romano e Giovanni Arena è subito feeling. Il presidente della Viterbese e il sindaco di Viterbo si scambiano una targa di auguri e una maglia gialloblù.Il “campo di gioco”, stavolta, si sposta nella sala Rossa di palazzo dei Priori, dove il primo cittadino ha invitato il numero uno del club e il direttore generale Diego Foresti. Presenti all’incontro anche l’assessore Marco De Carolis e i consiglieri Matteo Achilli e Giulio Marini.

Alla guida della Viterbese da circa un mese, Marco Romano ha accettato di buon grado l’invito del comune e si è presentato alle 15 nonostante una giornata turbolenta, che ha visto l’addio di Antonio Calabro (per via del padre malato) e il contemporaneo annuncio di Giovanni Lopez come nuovo allenatore. Vietato fermarsi, però: domenica inizia il campionato e il poco tempo rimasto non consente pause.

“C’è molta ansia e curiosità di vedere all’opera la squadra – spiega il sindaco Arena -. Domenica sarò allo stadio per dare l’imbocca al lupo alla nostra squadra e speriamo di iniziare con la marcia giusta. Ho invitato il presidente per dargli il benvenuto a Viterbo visto che da diversi giorni è in città e sta iniziando a prendere confidenza con Viterbo e i suoi tifosi. Gli auguro di avere grandi soddisfazioni al timone della nostra squadra del cuore“.

Felice per l’invito nonostante le vicende di stamani, Marco Romano prende la parola dopo i saluti istituzionali. “La città mi ha accolto a braccia aperte – ammette il numero uno gialloblù –. Mi sembra di vivere qui da molto più tempo rispetto a un mese. Inoltre, tengo a precisare che non siamo la squadra della città ma della provincia e proprio perché rappresentiamo tutta la Tuscia abbiamo deciso di cambiare il nome togliendo il ‘Castrense’.

Nel nostro girone ci sono squadre fortissime come Bari, Catania e Reggina ma stiamo lavorando per allestire una squadra competitiva e sono ottimista. Abbiamo giovani di qualità come Volpe, Tounkara e Molinaro ma anche buoni over. Al comune chiediamo una mano con presenza e interventi come la tribuna Pratogiardino: lo stadio deve essere una struttura chiusa sia dal punto di vista dell’impatto che televisivo e deve impressionare gli avversari”.

Una richiesta, quest’ultima, che ha chiamato l’intervento in chiusura di Giulio Marini.“Recentemente siamo stati a Roma per acquisire lo stadio – ha concluso il consigliere comunale -. Prima di fare ulteriori investimenti dobbiamo ottenere la proprietà dell’immobile che ad oggi appartiene alla regione Lazio. Quest’ultima ci ha dato l’ok ed è una notizia positiva: quando lo stadio sarà in nostro possesso quello che ha richiesto il presidente sarà programmabile”.

Articoli Correlati