Pronostici Calcio, pronostici sportivi e sport news

De Santis:”Agenzie di scommesse sicure, sì alla riapertura per combattere la crisi”

La crisi del Coronavirus ha colpito anche le agenzie di scommesse che ad oggi in assenza di eventi sportivi sono chiuse da ormai due mesi. Eppure nel 90% dei casi sono dotate di locali superiori ai 100 metri quadrati, che possono arrivare fino a 500 o 600 metri di superficie, in cui è possibile scaglionare gli accessi rispettando le distanze.

Ne abbiamo parlato con Massimiliano De Santis, di Planet Servizi ex responsabile del Lazio di Planetwin365.

Allora Massimiliano cos’è AOG?

Nel 2015 abbiamo creato, io ed altri ragazzi A.O.G la prima associazione in Italia che difendeva i CED (centri elaborazioni dati collegati ad un bookmaker estero della comunità europea,che per libero mercato potevano tranquillamente operare in Italia, questo sancito dall UE è da mille cause vinte).

Allora portammo in piazza oltre 1.000 persone da tutta Italia, prima ed unica occasione dove si misero da parte book, nomi, colori, ci furono interventi da tutta Europa, ricordo con piacere quello di Romano Alex Mata e il supporto di Federbet con l’intervento di Francesco Baranca, ci fu’l’interrogazione parlamentare di Roberta Angelilli in quel periodo VICE PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO.

Ricordo l’Italia incartata dai nostri manifesti, il giorno del comizio molte, moltissime agenzie chiuse in segno di protesta…Organizzammo il primo convegno con sala gremita di 600 persone con interventi di avvocati, commercialisti, totalitari di CED…ne valse la pena facemmo la storia!

Cosa è cambiato da allora?

Oggi vedere più associazioni di settore che agenzie fa un po’ pensare è un po’ sorridere, perché come al solito non si pensa al bene comune ma al proprio orticello. Siamo sicuri che la nostra scelta di non partecipare a nessuna di questa iniziativa è la più corretta? Siamo vicini al lavoro di ogni singola agenzia, corner, pvr in Italia, con i fatti non con i post su Facebook…

Cosa pensa di dire a tutte le agenzie in difficoltà?

Questo per rispondere alle molte, troppe persone che ci chiedono di rimetterci in mezzo, diciamo no, non creeremo l’ennesima associazione per fare ancora più confusione e creare ancor più distacco tra le Agenzie che oggi più che mai devono essere unite!

Articoli Correlati